Svizzera, migliorano le stime del Pil e l’export

Buone notizie sul fronte macroeconomico per la Svizzera. Secondo le stime della Seco, la Segreteria di Stato dell’economia, il Pil elvetico crescerà dell’1,5% quest’anno e non dell’1,4% come previsto in precedenza, mentre per il 2017 è prevista un’ulteriore accelerazione dell’1,8 per cento. Inoltre, sempre secondo la Seco, la disoccupazione dovrebbe assestarsi...

La Svizzera si prepara ad avere più disoccupazione e deflazione

Bns
A cura di Yann Quelenn, analista di Swissquote Nel mese di luglio il dato sulla disoccupazione svizzera è rimasto stabile (3,1% mese su mese e 3,3% stagionalizzato). Sembrerebbero dunque rientrate le preoccupazioni sorte su questo fronte a seguito del 3,6% fatto segnare a febbraio, confermando che il Paese sta gestendo bene una moneta ormai perennemente sopravvalutata. Eppure, ci sono due considerazioni...

Svizzera, attesi ulteriori incrementi del Pil e un calo della disoccupazione

In base a quanto affermato dalla la Segreteria di Stato dell’Economia, confermando quanto stimato in dicembre, la ripresa della congiuntura in Svizzera quest’anno e nel 2015 dovrebbe continuanre a consolidarsi. Nel dettaglio, dopo l’aumento registrato nel 2013 (2%), la crescita del Pil dovrebbe attestarsi nel 2014 al 2,2% e l’anno successivo al 2,7 per cento. Merito, affermano dalla Segreteria...

Svizzera, vendite al dettaglio inferiori al consensus e disoccupazione in crescita

In Svizzera aumentano meno del consensus le vendite al dettaglio e cresce la disoccupazione. Secondo quando pubblicato dall’Ufficio federale di statistica, il commercio al dettaglio ha registrato a ottobre un progresso dell’1,2%, un dato che si confronta con il +1% precedente e con il+2,1% stimato dagli analisti. In particolare, brilla il fatturato relativo ai beni non alimentari, salito...

Svizzera, Pil 2014 rivisto al rialzo al 2,2%

Nel 2014 il Pil svizzero aumenterà del 2,2%. Parola di Economiesuisse che ha rivisto al rialzo le proprie previsionidello scorso giugno, che il 2014 una crescita dell’economia nazionale nella misura dell’1,5%. Inoltre, la disoccupazione dovrebbe rientrare al di sotto della soglia del 3%. E non è tutto: stando all’organizzazione, le esportazioni aumenteranno del 4% e la domanda interna...