Banque Syz tra le prime 20 banche private svizzere

Hai domande o commenti? Scrivi a info@finanzaoperativa.com

Cinque mesi dopo l’annuncio dell’acquisizione della filiale svizzera di Royal Bank of Canada, diventata Banque SYZ Suisse SA, la fusione con Banque SYZ SA è effettiva. Grazie a questa operazione, la divisione Wealth Management del gruppo SYZ raddoppia i suoi attivi e si colloca fra le 20 più grandi banche private svizzere. Interamente finanziata con fondi propri, quest’acquisizione consente a Banque SYZ di estendere le sue attività su nuovi mercati. L’integrazione di Banque SYZ Suisse SA – ex Royal Bank of Canada (Suisse) SA – si è conclusa in cinque mesi, grazie alla volontà di tutti i suoi collaboratori di portare a termine questa fusione.

La clientela beneficia ormai di un’organizzazione, di risorse e di competenze rafforzate, che uniscono i vantaggi di una banca privata indipendente e solida e una gestione orientata alla performance. Grazie al suo modello di business Banque SYZ SA si è vista attribuire, per il 2° anno consecutivo, una ricompensa assegnata in occasione del «Global Private Banking Awards 2015», una classifica annuale stabilita da PWM e The Banker, due periodici del gruppo Financial Times.

Quest’acquisizione fa salire a 24 miliardi di CHF gli attivi gestiti dalla divisione SYZ Wealth Management e a 40 miliardi di CHF gli attivi totali gestiti dal Gruppo. Inoltre, consente a Banque SYZ di svilupparsi in regioni nelle quali finora era rimasta assente, come l’America latina e l’Africa, grazie alle riconosciute competenze dei team attivi in questi mercati.

A ciò si aggiungono le economie di scala che questa fusione permette di realizzare attraverso l’aumento della massa gestita e la messa a profitto degli investimenti, che i requisiti più stringenti in materia di controlli regolamentari hanno reso necessari.

«Questa fusione ci consente di entrare nella classifica dei 20 istituti bancari più importanti. Sono convinto che questo consolidamento sarà positivo sia per i nostri clienti che per la nostra azienda in termini di capacità di affrontare le nuove sfide che attendono la piazza finanziaria svizzera”, ha dichiarato Eric Syz, CEO del Gruppo.
Interamente finanziata con fondi propri, quest’acquisizione attesta la solidità finanziaria del Gruppo. SYZ, infatti, supera ampiamente i requisiti legali svizzeri, tra i più rigidi al mondo, in materia di fondi propri e liquidità.

Share this post: