Smi sotto il quinto target ribassista e la soglia di 9.100

Hai domande o commenti? Scrivi a info@finanzaoperativa.com

smi

Seconda lunga candela nera per il future sullo Smi di dicembre che viola anche area 9.100 e conferma il superamento della media mobile a 21 sedute. Chiuso anche il gap tra 9.145 e 9.151 punti, resta ancora aperto quello tra 8.976 e 8.957 punti. Nel dettaglio, dopo un avvio a 9.192 e un top a 9.193, il derivato è tornato fino a 9.048 punti chiudendo a quota 9.072 punti. La violazione di 9.180 ha così permesso di superare il quinto target al ribasso a 9.055 punti. Intanto lo Stocastico è in ipervenduto, mentre la media mobile a 21 passa ora a 9.218 punti e lavora ora da resistenza.

Il future dovrebbe quindi ora provare a recuperare area 9.100. Dal punto di vista operativo sarebbe un segnale di recupero (target intermedi a 9.070 e 9.085) e il derivato avrebbe spazio di recupero in direzione di 9.120, 9.135, 9.150, 9.165, 9.180 e 9.200 punti. Poi eventualmente 9.215, 9.230 e 9.250 punti. Per contro, con la violazione di 9.070 lo Smi avrebbe primi supporti a 9.055, 9.040, 9.020 e 9.000; poi 8.985, 8.970, 8.955, 8.940, 8.920 e 8.900 punti.   M.M.

Swi20Dec17Daily

Share this post: