Cina verso una completa liberalizzazione dei tassi d’interesse

Settimana scorsa la People’s Bank of China (PBoC) ha annunciato un pacchetto di misure che consiste in: una riduzione dei tassi di interesse di riferimento per deposito e prestito a un anno e sui depositi di 25 pb portandoli rispettivamente al 4,35% e all’1,50%; in una rimozione del tetto dei tassi di deposito per tutti i depositi; e in una riduzione dell’RRR dal 17,5% al 17%, con...

Segnali di ripresa per la crescita del credito in Cina?

Uno dei risvolti positivi più importanti scaturiti della decisione della Federal Reserve (Fed) di non rialzare i tassi d’interesse a settembre ha riguardato il rinnovato timore in merito agli “sviluppi finanziari ed economici globali”. La Fed ha dichiarato che, oltre a seguire l’andamento dell’inflazione e del tasso di disoccupazione negli Stati Uniti, avrebbe anche monitorato “il clima...

Cosa aspettarsi dopo le elezioni in Turchia

A cura di Erdinç Benli, Co-Head del team azionario globale Emerging Market di Gam La Turchia tornerà alle urne il 1° novembre, dopo che il partito AKP non è riuscito a formare un governo di coalizione lo scorso giugno. Le prossime elezioni saranno osservate da vicino in tutto il mondo, con la Turchia nel mezzo di una crisi politica con ondate crescenti di violenti attacchi a livello interno,...

Emergenti: sette domande al team Macro di Exane Bnp Paribas

Sebbene fossero aumentati i timori in merito ad una fase di deflazione a livello globale nel Q3, nel mese di ottobre il prezzo del petrolio ha registrato un rialzo, le valute dei paesi emergenti si sono apprezzate e i mercati azionari emergenti (in USD) hanno messo a segno una bella performance. Per cercare di capire cosa sta succedendo nei paesi emergenti, come potrà evolversi la situazione nel...

Woehrmann (DeAwm): “Mercati emergenti sotto osservazione”

di Asoka Woehrmann, Chief Investment Officer di Deutsche Asset & Wealth Management Fino a poco tempo fa è stata l’Eurozona a dominare la scena, con i problemi della Grecia a minacciare la sua stessa esistenza, emblema dell’incapacità dell’Europa di trovare soluzioni comuni. I mercati azionari e l’euro non hanno comunque subito gravi ripercussioni, anzi l’euro si è addirittura ripreso...

L’ombra cinese incombe sui Paesi asiatici?

a cura di Coface La Cina sta cercando di ritrovare la strada per una crescita più sana e duratura ma non senza conseguenze per la sua economia e quella dei Paesi vicini. Secondo le stime di Coface, la crescita non dovrebbe superare il 6,7% nel 2015 e il 6,2% nel 2016, rispetto al 13,4% nel periodo 2006-2007. Ciò deriva soprattutto dalla fine del processo di ripresa tecnologico e di capitale: numerosi...

Mercati asiatici, non dormire sugli allori del ritardo della Fed. La view di Ubp

A cura di Christofer Chu, Fund Manager Asian Equities di Union Bancaire Privée Lo farà oppure no? I mercati azionari erano sulle spine durante il meeting di settembre della Federal Reserve, in attesa che il presidente della Banca centrale americana, Janet Yellen, decidesse se rialzare o meno i tassi d’interesse. Sebbene l’esito sia stato negativo, ora bisogna chiedersi se un aumento prima della...

JB Africa Focus Fund: come investire nel continente, quali Paesi e quali settori

a cura di Tommaso Bonanata, gestore del JB Africa Focus Fund E’ stato un anno molto duro per i mercati azionari emergenti, compreso il continente africano. La liquidità è diminuita in maniera sostanziale e l’asset class ha sofferto molti deflussi. Guardandoci alle spalle, dal punto di vista storico, la regione negli ultimi anni ha vissuto molte crisi che hanno ostacolato le performance del mercato...

Brasile: un futuro più roseo? L’outlook di Bny Mellon

Il recente downgrade del Brasile da parte di S&P ha rinnovato i timori degli investitori circa le prospettive per il Paese. Secondo Javier Murcio, Direttore Mercati Emergenti di Standish Mellon Asset Management (Gruppo BNY Mellon)“l’economia del Brasile è in recessione e prevediamo una contrazione del Pil reale del 2,3% nel 2015 e dello 0,5% nel 2016, con un livello di inflazione superiore...

Tempi duri per i Bric

A cura di Raiffeisen Capital Management Cina. I dati congiunturali cinesi continuano a segnalare tendenze di rallentamento. Intanto, la banca centrale si impegna a ridare più stabilità all’andamento dei cambi e le autorità stanno cercando tuttora di stabilizzare i mercati azionari. Inoltre, sono stati nettamente rafforzati i controlli sui movimenti dei capitali, una misura per contrastare i continui...